Samsung Galaxy F: il pieghevole immaginato nei render

Lo smartphone pieghevole di Samsung è sicuramente tra le novità più attese di questo inizio 2019: dalla SDC 2018 in poi si sono susseguite indiscrezioni – più o meno fondate – su come sarà il primo “foldable” del produttore sud coreano, cercando di immaginarne il form factor sulla base di quanto visto sul palco della conferenza dedicata agli sviluppatori. Il giorno dell’annuncio si avvicina (20 febbraio), e i designer di LetsGoDigital si son messi al lavoro per fare qualche “ipotesi”.

Quello che si era visto a novembre era solo un dispositivo in una versione prototipale, dunque con ogni probabilità caratterizzato da un design del tutto diverso dal prodotto finale destinato al commercio. La stessa redazione del sito olandese lo aveva già “ricostruito” in alcuni render ipotizzando che le differenze tra lo smartphone in mano a Justin Denison e quello definitivo fossero minime, ma alla luce del video teaser pubblicato da Samsung pochi giorni fa i disegni 3D sono stati ripresi in mano, modificandoli.

Proprio il video di inizio febbraio ha suscitato non pochi dubbi: non è che Samsung aveva solo intenzione di richiamare su di sé l’attenzione mostrando alcune “idee” su ciò che potremmo aspettarci in futuro? Non c’è infatti solo il Galaxy F nelle immagini, ma anche un enorme triplo display tridimensionale con cui si interagisce a gesture e un non meglio identificato smartphone privo totalmente di cornici, di notch e di fori sullo schermo. Insomma, i più “pessimisti” credono che l’intento della società sud coreana fosse – con questo video – mostrare l’evoluzione della tecnologia, immaginando alcuni dei prodotti che utilizzeremo nel futuro. Gli “ottimisti”, però, ritengono che soprattutto lo smartphone pieghevole altro non sia che un teaser volutamente svelato dalla stessa Samsung in vista dell’evento di San Francisco.

Non possiamo mettere le mani sul fuoco, dunque restiamo sull’ipotetico e osserviamo i render proposti da LetsGoDigital: in questo caso i disegni sono stati realizzati sulla base del video, ricostruendo un dispositivo pieghevole dotato di display esterno più grande rispetto ai 4,58” anticipati alla SDC. Anche i bordi son ben diversi, decisamente più sottili rispetto al prototipo iniziale. Il display interno, invece, viene mantenuto a 7,3” (di fatto 0,1” più grande di Mate 20 X oggetto della nostra recensione di oggi, anche se il form factor è decisamente differente).

Il 2019 sarà l’anno dei pieghevoli: il 24 febbraio Huawei svelerà il suo primo dispositivo foldable, e non sono escluse novità anche da parte di altri produttori. Altra cosa, invece, è il brevetto – sempre di Samsung – per lo smartphone gaming pieghevole dotato di pad dedicato. Sono tante le idee, vedremo come si concretizzeranno nei prossimi mesi.

Leggi l’articolo originale – http://feedproxy.google.com/~r/HDblogMobile/Android/~3/f7GE1mL4ekA/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto