Google: supporto agli smartphone pieghevoli, 5G e nuovo logo Android One

Google è al Mobile World Congress di Barcellona per annunciare con i suoi partner tutte le novità che contraddistingueranno il 2019, dallo standard 5G fino al nuovo “trend” dell’anno: i dispositivi pieghevoli. Che l’azienda di Mountain View stia lavorando sull’ottimizzazione dell’OS per i cosiddetti “foldable” non è di certo una novità | Google: Android supporta gli smartphone con display flessibili | e oggi lo ribadisce – garantendo sempre maggiore impegno – in occasione del lancio dei primi smartphone tablet appartenenti a questa categoria (vedasi Samsung Galaxy Fold e Huawei Mate X).

NON SOLO FOLDABLE: IL 5G LA SFIDA PER IL 2019 (E TANTO ALTRO)

  • Google è a fianco dei partner Samsung, Xiaomi, LG, Huawei, Qualcomm, Sony, HTC, OnePlus e Vivo, tutti occupati nello sviluppo delle prime soluzioni 5G che saranno rese disponibili entro la fine dell’anno.
  • Anche i messaggi RCS verranno estesi ad altri Paesi grazie alle collaborazioni in corso in 24 Paesi: l’intento è quello di “migliorare la standardizzazione dell’esperienza di messaggistica” tra tutti i dispositivi (e operatori telefonici) Android.
  • Android One cresce, e lo fa rapidamente: le attivazioni sono aumentate su base annua del 250%, a dimostrazione del fatto che agli utenti le caratteristiche che rendono questa versione dell’OS unica nel suo genere piacciono, e non poco (rapidità degli aggiornamenti innanzitutto). In più lo sbarco sul mercato di Nokia 9 PureView e dei modelli Nokia 3.2 e 4.2 contribuiranno ad un’ulteriore espansione del sistema operativo.
  • A proposito di Android One, c’è un nuovo logo: la doppia colorazione bianco-verde consente anche una migliore impressione sul retro degli smartphone e una maggior visibilità sul sito ufficiale. Su Nokia 3.2 e 4.2 è possibile vedere l’effetto.
  • Anche Android Go ha ottenuto un grande successo, con la metà degli smartphone Android di fascia bassa dotati proprio di questa specifica versione di OS riservata ai dispositivi con 1GB di RAM (o meno).
  • Google Assistant si diffonde sempre di più, e il lavoro in corso con LG – che ha aggiunto un tasto dedicato su G8 ThinQ e K40 – non farà che incidere sulla sua espansione tra gli utenti. Il pulsante è presente anche su Nokia 3.2, 4.2, Xiaomi Mi MIX 3 5G e Mi 9 e Vivo V15 Pro. In numeri: saranno più di 100 milioni gli smartphone che verranno lanciati sul mercato con il pulsante dedicato Google Assistant.
  • Digital Wellbeing (Benessere digitale) raggiunge gli smartphone non Pixel e Android One, a partire dalla nuova gamma Moto G7 presentata a inizio febbraio e costituita dai modelli G7, G7 Power, G7 Play e G7 Plus.

Leggi l’articolo originale – http://feedproxy.google.com/~r/HDblogMobile/Android/~3/kLa5HumvTUY/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto