Apple TV+ andrà in perdita per anni prima di trovare il successo, secondo un analista

Apple TV+ è il nuovo servizio lanciato il 25 marzo con cui la casa di Cupertino si prepara a contrastare i grandi nomi dello streaming video, proponendo una ricca raccolta di contenuti originali in esclusiva.

Secondo un analista di Morgan Stanley, Apple ha le carte in regola per riuscire nell’impresa e avere successo, ma per fare ciò dovrà accettare che il servizio vada in perdita per anni e bruci enormi somme di denaro. Questo è necessario, secondo l’analisi, per poter generare la mole di contenuti originali necessaria a trainare il servizio, dal momento che questi dovranno essere produzioni di qualità. Grandi cast e grandi nomi che possano catalizzare l’attenzione dei clienti rappresentano la chiave del successo, ma Apple dovrà attendere prima che il servizio sia in grado di sostenersi solo con la sua popolarità.

L’esempio citato è quello di Netflix, che ha dovuto perdere ben 13 miliardi di dollari prima di potersi avviare verso risultati in attivo. Insomma, non si tratta certo di una cifra al di fuori dalla portata della casa di Cupertino, visto che si tratta di una delle società al mondo a disporre di maggior liquidità. Per il momento Apple non ha ancora reso noto il costo dell’abbonamento e il catalogo iniziale; bisognerà capire se questi fattori saranno in grado di garantire una buona partenza alla piattaforma.

Leggi l’articolo originale – https://apple.hdblog.it/2019/03/27/apple-tv-plus-perdite-anni-successo-lungo-termine/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto