Huawei ha scorte di componenti USA per mesi di produzione | Rumor

Gli effetti del ban di Trump nei confronti di Huawei si stanno palesando solo nelle ultime ore, ma la società cinese si prepara a un’eventualità di questo tipo già da diverso tempo. Una delle iniziative, portata avanti dall’inizio della scorsa estate, è stata quella di fare ingenti scorte di componenti dai produttori statunitensi: secondo fonti di Bloomberg e Nikkei Asian Review, Huawei ha hardware a sufficienza per continuare a produrre dispositivi per almeno altri tre mesi – e si tratta di una stima piuttosto conservativa.

Non è noto un elenco preciso dei componenti di cui Huawei ha fatto scorta, ma la scelta di categorie è ampia: dai microchip a parti ottiche, passando per elementi passivi. Nikkei dice addirittura che per i componenti cruciali Huawei ha una scorta che arriva a 12 mesi di produzione, e che i tre mesi citati sopra si riferiscono solo alle parti secondarie.

Huawei ha anche manovrato per diversificare i propri fornitori, garantendo certificazioni di idoneità e contratti a società produttrici di semiconduttori, ottiche e altre parti per fotocamere, che non risiedono negli Stati Uniti. In aggiunta, già da tempo ha intensificato gli investimenti in ricerca e sviluppo per produrre sempre più componenti autonomamente – inclusi modem cellulari e sensori imaging.


Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 529 euro oppure da ePrice a 596 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi l’articolo originale – http://feedproxy.google.com/~r/HDblogMobile/Android/~3/2d9aHYlQ3Is/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto