Apple: Google ha ingigantito il problema degli iPhone hackerati via web

Apple ha risposto alla segnalazione di Google sul caso degli iPhone hackerati visitando una pagina web, dicendo che la società di Mountain View – o meglio, la divisione dedicata alla cybersicurezza, Project Zero – ha ingigantito il problema creando allarmismi ingiustificati.

Il comunicato sottolinea che lo spettro dell’attacco non era ampio come descritto, anzi: i siti infettati (“meno di una dozzina”, secondo Apple) includevano contenuti relativi alla comunità degli Uiguri, una minoranza di religione islamica che il governo cinese sta reprimendo con molta durezza. Apple aggiunge che i siti interessati sono rimasti attivi per un periodo piuttosto breve, “grossomodo due mesi”, e non per due anni come implica Google. Apple inoltre ribadisce che quando Google l’ha contattata stava già lavorando per chiudere la vulnerabilità (le patch relative sono state distribuite già mesi fa).

Parlando con la BBC, il team stampa di Project Zero rivendica la validità del proprio post, precisando però che è scritto evidenziando l’aspetto tecnico delle vulnerabilità. La società conferma inoltre di voler continuare a collaborare con Apple e le altre aziende del settore per salvaguardare la sicurezza online delle persone.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da tech in shop a 635 euro oppure da ePrice a 701 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi l’articolo originale – https://www.hdblog.it/2019/09/09/apple-google-risposta-sicurezza-iphone-hack-web/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto