Stampante 3D Tronxy XY-2 Pro: si assembla in pochi minuti e i risultati sono di primo livello

Il mercato offre decine di modelli di stampanti 3D per tutte le tasche. Tra le aziende che si stanno imponendo nel settore c’è sicuramente Tronxy, realtà riconosciuta capace di proporre prodotti di qualità, capaci di offrire risultati eccellenti, a costi più che abbordabili.

La stampante 3D Tronxy XY-2 Pro (in offerta a 170,02 euro con spedizione gratuita dall’Europa) che abbiamo avuto modo di provare nel corso delle ultime settimane ci ha positivamente impressionato.
Innanzi tutto, Tronxy XY-2 Pro arriva preassemblata e le parti restanti si montano in appena 15 minuti di tempo: la stampante 3D arriva senza manuali cartacei (c’è solo un unico foglio A4 che illustra i passaggi salienti per installare il dispositivo e, sul retro, mostra i componenti principali della stampante) mentre la scheda SD inclusa nella confezione ospita un file PDF con tutta una serie di informazioni addizionali.

Punto di forza della stampante, innanzi tutto, le ferramenta e i componenti sostitutivi, che possono essere utilizzati in caso di necessità.
Presente un comodo adattatore da USB a SD che permette di leggere il contenuto della memoria digitale su PC e copiare ad esempio i modelli 3D degli oggetti da stampare.

Sì perché la stampante 3D non dispone di modulo WiFi né di porta Ethernet RJ-45 ma può essere collegata al PC mediante il cavo USB incluso nella confezione oppure usata in maniera ‘stand alone‘ copiando i modelli da stampare nella micro SD.
La scheda di memoria può essere infatti inserita nella parte posteriore della stampante 3D, immediatamente accanto al connettore USB.

Principali vantaggi della stampante 3D Tronxy XY-2 Pro

Come abbiamo accenato in apertura, oltre agli accessori disponibili, la stampante 3D Tronxy XY-2 Pro si mette subito in evidenza per la semplicità d’installazione: la ‘base’ del dispositivo, con il carrello di stampa, l’alimentatore, il sistema di movimento del letto di stampa arriva già interamente assemblata.

Ciò che deve fare l’utente consiste semplicemente nella disconnessione del touchscreen a colori che arriva in una posizione che non è quella definitiva: dopo aver allentato due viti, basterà serrarle sul profilo in alluminio frontale della stampante in modo da posizionarvi lo schermo.
Lo schermo deve essere fissato nella parte destra della stampante accertandosi bene che il letto di stampa non possa andare a collidere con il touchscreen.

A questo punto sarà sufficiente fissare in verticale il carrello di stampa sul quale è già montato il gruppo estrusore usando le quattro lunghe viti in dotazione.

Completati questi semplicissimi passaggi, si dovranno collegare due connettori: uno contenente una fascia di cavi (si tratta di un cavo singolo il che è un notevole passo in avanti rispetto ad altri modelli) dovrà essere portato su un lato del gruppo estrattore. Leggi l’articolo originale – https://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Stampante-3D-Tronxy-XY-2-Pro-si-assembla-in-pochi-minuti-e-i-risultati-sono-di-primo-livello_19883

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto