Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video

Finalmente si respira un’aria diversa, di novità, con gli smartphone che cambiano forma e riportano in vita anche un marchio storico come Razr in chiave futuristica. Gli ingredienti per attirare la nostra attenzione ci sono tutti, il nuovo Motorola è qualcosa di mai visto che appena lo si prende in mano catapulta la mente dei più nostalgici indietro di qualche decina d’anni.

Insolitamente piccolo ma non certo leggerissimo con i suoi 205 grammi, è uno smartphone con carattere da vendere e, soprattutto, un fantastico display flessibile pOLED da 6,2 pollici in formato 21:9. Non è certo il primo con questo aspect ratio, è vero, ma è fino adesso l’unico in grado di dimezzare gli ingombri e ripiegarsi su se stesso con un movimento del tutto naturale (almeno per chi ha avuto, come me, la possibilità di usare i vecchi Razr del passato decennio.

Voglio esser chiaro: è una nuova categoria, cambia completamente l’approccio e non ho quindi la presunzione di dare giudizi frettolosi su qualcosa che va effettivamente provato, vissuto, capito nella sua essenza. L’esperienza di oggi la considero quindi un primo passo di avvicinamento, una primissima idea di questo design dopo aver sperimentato per più di una settimana il Fold di Samsung. Diversa piega, diverso design, il Razr non ambisce a divenire un tablet e resta sempre e comunque ancorato all’idea di smartphone.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da Monclick a 449 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Leggi l’articolo originale – http://feedproxy.google.com/~r/HDblogMobile/Android/~3/NyZnNpDuXCw/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto